VIAGGI

Diario di una crociera msc: NAPOLI

Diario di una crociera msc: NAPOLI

Diario di una crociera msc: NAPOLI  …….Partiti domenica 30 ottobre 2016 da Genova, alle ore 17 a bordo di MSC Poesia con il Comandante Raffaele Russo, ci siamo diretti con rotta sud-est verso Napoli viaggiando tutta la notte, durante il tragitto a  sinistra della nave abbiamo visto  le luci dell’isola di Gorgona, l’Isola D’Elba, L’Isola di Pianosa  a dritta Montecristo ecc….  Alle 11.30 finalmente all’orizzonte ecco il Vesuvio ed ecco Napoliiii 😆 !!!!image

imageAlle 12.00 circa sono iniziate le manovre di attracco e finalmente alle 12.30 siamo scesi!!! Bellissima città, sinceramente non me l’aspettavo, tutti parlano male di Napoli a me è piaciuta moltissimo!! Ci siamo incamminati per il centro il tempo è stato poco;  Ed ecco la Galleria Umberto Primo  la più famosa di Napoli, costruita a fine ‘800  al seguito di una forte epidemia di colera, progettata dell’ingegnere Emanuele Rocco. ll progetto prevedeva la costruzione di quattro ampi edifici, collegati, impreziositi  da una galleria in vetro e ferro con al centro una cupola progettata dall’ingegnere Paolo Boubèe , la costruzione voluta non solo per la funzione commerciale ma anche monumentale, inoltre permetteva di dare riparo pubblico alle persone durante le intemperie, un luogo che potesse anche intrattenere così i cittadini con negozi e botteghe.

imageimageDa qui, ci siamo diretti verso il centro antico di Napoli, in via San Gregorio Armeno ( la famosissima via dei presepi), celebre strada degli artigiani del presepe, famosa in tutto il mondo per le botteghe dell’arte presepiale, una tradizione che da anni si tramanda da padre in figlio vi assicuro è uno spettacolo!!!!! Passando per via dei Tribunali non abbiamo resistito a intrufolarci in una pasticceria per gustare la bontà di un babà accompagnato da un espresso magnifico :mrgreen:  :mrgreen:  😯 imageimageimageimageimageimagePurtoppo a causa del poco tempo, abbiamo dovuto rinunciare a visitare la città sotterranea; quindi abbiamo deciso di raggiungere la famosa Piazza del Plebiscito, situata nel centro storico con una superficie di 25.000 mq dove sorge la Basilica di San Francesco di Paola, il Palazzo Reale, il Palazzo della Prefettura e il Palazzo Salerno.

imageimageimageimageimageimageUltima tappa, prima di ripartire Castello del Maschio Angioino o Castel Nuovo, medioevale rinascimentale e simbolo della città di Napoli; Il primo costruito tra il 1279 e il 1282 da architetti francesi per il sovrano Carlo I Angiò in stile gotico, aveva pianta quadrilatera irregolare, quattro possenti torri di difesa, mura merlate e un fossato di protezione. I successori di Carlo, Dinastia degli Aragona  lo ampliarrono nel xv secolo. Ogni torre ha un nome TORRE DEL BEVERELLO ( affacciata sul porto) seguono la TORRE SAN GIORGIO, LA TORRE DI MEZZO, LA TORRE DI GUARDIA E LA TORRE DELL’ORO. Posto al centro della torre di guardia e della torre del mezzo erige L’Arco Trionfale del Maschio Angioino fu voluto da Alfonso D’Aragona per celebrare la conquista di Napoli.    image

Al termine della giornata siamo tornati nella nostra cabina, per raggiungere Messina!!!    Ma Napoli è veramente fantastica e tornerò presto! Buona serata amici spero vi sia piaciuto l’articolo un bacio Salvetti Sonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*