Sonia Salvetti for Secret

Gk-hair product

Gk-hair product

 

Buonasera secrettine/i
È da un po’ che non scrivo qui ….
Il tempo a mia disposizione è sempre davvero poco, tra lavoro ecc !
Vi volevo parlare di prodotti per capelli!

Ho ricevuto shampoo, balsamo e spray volumizzante da Gk-hair, li sto provando e sinceramente mi trovo benissimo!

Lasciano capelli molto morbidi, lucidi e con l’aiuto del volumizzante riesco anche a fare pieghe mosse che reggono per ore !
Guardando i video si vede anche l’effetto e il risultato finale !

Step 1:
Lava i capelli applica il balsamo e avvolgili in un asciugamano morbido.

Step 2

Vaporizza lo spray sulle radici e procedi con lasciugatura

 

step 3
Volume pazzesco, ora procedi con la piega ferro o piastra.

Ottimi prodotti li consiglio si trovano sul loro sito o semplicemente su internet …
Sono stata al mare e il balsamo l’ho utilizzato come maschera…
Risultato capelli di seta !
Complimenti Gk -hair rapporto qualità prezzo fantastico voto 10+
Buona serata a presto

SONIA SALVETTI

GK-HAIR instagram

Giacca motivo fiorato

Giacca motivo fiorato

Buonasera Secrettine/i, sono tornata con una nuova creazione!!

Mi avete scritto per avere un’ indizio, mah non mi sono lasciata scappare nulla 😛 .

Ed ora eccomi qui con un nuovo post, il capo nascosto per quasi un mese, siiii una giacca, in tessuto pesante con ricami motivo fiorato!

Molto difficile da lavorare, i fiori si rovinano se la stoffa viene tagliata sul ricamo, quindi ho dovuto stare attenta e passare ogni ”pezzo”  della giacca con la tagliacuci per evitare spiacevoli imprevisti in futuro.

Ho iniziato come sempre prendendomi le misure, disegnato il cartamodello su foglio bianco, con l’aiuto di squadre poi posizionato il modello sul tessuto doppio, fissato con gli spilli e tagliato ogni singolo pezzo di stoffa lasciando un margine per la cucitura.

Sembra facile e veloce ma credetemi non lo è!!!

Giacca  tagliata,pronta solo da imbastire, quindi ago, filo e a mano ho assemblato i vari pezzi, facendo attenzione che combaciassero…..

Perfetta, misure giuste!!!!!!

Macchina lineare alla mano e via!

Ho disfato le imbastiture realizzate in precedenza, e riassemblato ogni singolo  pezzo con la macchina piana, poi tagliato la fodera, leggermente più stretta del capo stesso, per evitare grinze, infine inserita nella giacca fissata a mano con punto invisibile.

Come ultima cosa ho attaccato il collo e fatto gli orletti alle maniche….

wowww ce l’ho fatta, finalmente giacca pronta, ecco a voi il capo indossato!!!

A PRESTO PER NUOVE CREAZIONI SONIA SALVETTI

 

 

 

 

 

Gonna leopard tubino

Gonna leopard tubino

Buona sera Secrettine/i  come state? Sono tornata, con la mia gonna leopard tubino operativa più che mai per nuove creazioni !!! :mrgreen:

Utilizzando un tessuto elasticizzato con motivo leopardo, ho pensato di creare una gonna a tubino semplice con pizzo al posto del solito orlo.

Primo step mi sono presa le misure ed ho disegnato il cartamodello, poi tagliato, appoggiato lo stesso sul tessuto seguendo il disegno e segnato la stoffa per ottenere i vari ”pezzi”……

Sembra un lavoro veloce, ma servono parecchie ore solo per ottenere il tessuto tagliato su misura!!!

Secondo step assemblare la gonna…. Il primo passo di questo è l’imbastitura a mano, poi si prova il capo  per vedere se ci sono modifiche da fare, quando tutto va bene si procede al confezionamento :mrgreen:  :mrgreen: ……

Piano piano il capo ha preso forma,pezzetto dopo pezzetto ho visto nascere la mia gonna 😀 prima le cuciture con la tagliacuci, poi le ribattiture con la piana, infine ho attaccato la vita,e il pizzo sul fondo a mano.

Ed ecco a voi la mia super Gonna leopard !!!!

A presto per un nuovo articolo (promesso che non passeranno 6 mesi) :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:

BUONA SERATA SONIA SALVETTI

 

 

Marsiglia diario di una crociera

Marsiglia diario di una crociera

A malincuore lasciamo Barcellona e proseguiamo con rotta nord est costeggiando le coste della Spagna viaggiando tutta la notte per raggiungere Marsiglia.

Finalmente alle 11:00 am ormeggiamo in porto e possiamo sbarcare.

Saliamo sul bus navetta che ci conduce nel centro città. Appena fuori dal porto un campo rom 😯  😯 ci rendiamo subito conto che le critiche su Marsiglia non erano solo dicerie!!!!!

Dopo circa 30 minuti di bus ecccoci in centro!!! Ci guardiamo attorno, la prima sensazione? Una città di porto, fredda, sporca e pericolosa!

Ormai siamo qui quindi ci incamminiamo per vedere l’arco di trionfo, allontanandoci dal centro.

Per raggiungelo passiamo in un quartiere malfamato, abbiamo gli occhi puntati addosso ma proseguiamo a passo spedito e  con lo sguardo basso!!!!

Ed ecco finalmente L’Arco di Trionfo costruito nel 1823 !!!

Imponente, maestoso, ma in degrado, abbandono, attornato da un recinto per lavori di rifacimento e da immondizzia!!!

image
Marsiglia diario di una crociera ARCO DI TRIONFO

image

Ci allontaniamo rapidamente e ci dirigiamo verso il porto 🙁  visto che non ci sentiamo sicuri!!!

Più avanti finalmente vicino al golfo ecco la Cattedrale Maggiore!!

Costruita tra il 1852 e il 1893, progettata dall’ architetto Leon Vaudoyer  La zona che occupa l’edificio è tra il Porto Vecchio e il ‘nuovo’ porto commerciale, vicino al quartiere di Joliette. La basilica ha uno stile neo-bizantino, con decorazioni in marmo e porfido.

Devo dire che è veramente stupenda!!!!!  😉

GOPR0497-1024x768
CATTEDRALE

 

image
INGRESSO CATTEDRALE

image

image

image

GOPR0528-1024x768
CATTEDRALE

image

Continuiano il nostro percorso  e poco distante dalla Cattedrale troviamo i Magazzini de la Joliett! Costruiti sotto la guida dell’ingegnere Gustave Desplaces nel 1858 e terminati nel 1864.

Ex magazzini portuali sono stati convertiti in un edificio direzionale con negozi a piano terra  la struttura al suo interno è bellissima, mosaici a tema, ospita circa 200 negozi.

image
Magazzini de la Joliett

Composto da diversi temi ma quello che mi ha più colpito è il Mediterraneo, con piccoli pezzi in ceramica blu che si dissolvono nel bianco del cielo. La ceramica posata pezzo a pezzo veramente spettacolare!!!

GOPR0501-1024x768
Magazzini de la Joliett INTERNO MOSAICI

 

image
Magazzini de la Joliett INTERNO MOSAICI

Il tempo come al solito è poco quindi ci dirigiamo verso il Forte di St Jean.

l’ingresso è gratuito, ci sono solo alcuni controlli da parte delle Forze dell’Ordine, quindi non portatevi troppe borse o zaini per evitare file inutili!!!

Il Forte è uno dei monumenti storici della città; perfettamente conservato, con affacci da non perdere sul mare e sul porto veccho.

Costruito da Luigi XVI nel 1660 come fortezza, durante la rivoluzione francese invece venne utilizzato come prigione.

GOPR0554-1024x768
Forte di St Jean

 

image

GOPR0552-1024x768
Forte di St Jean

image

GOPR0549-1024x768
Forte di St Jean
GOPR0553-1024x768
Forte di St Jean
image
Forte di St Jean

Fantastico è veramente bellissimo ben tenuto e pulito!! Non me lo sarei mai aspettata!!

Ora usciamo dal Forte e facciamo tappa in centro per comprare un souvenir, ci sono moltissimi negozietti che vendono le tipiche saponette e sacchettini con lavanda di Provenza, non potete immaginare il profumo al loro interno!!!! :mrgreen:

imageimageimage

Il nostro viaggio termina qui, con grandissimo dispiacere ci dirigiamo al bus, e quindi sulla nostra nave, prossima tappa? Genova, ma solo per riprendere l’auto e tornare a casa 🙁  🙁 !!

Siamo stati veramente benissimo a bordo di MSC Poesia, il personale cortese, la stupenda cabina, l’ordine e la pulizia insomma tutto perfetto!!!

Ringrazio l’agenzia CROCIERISSIME, MSC  e tutti Voi che ci hanno seguito nelle nostre tappe un bacio a presto per nuove creazioni!!! :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:

Salvetti Sonia

Barcellona diario di una crociera Msc

Barcellona diario di una crociera Msc

Dopo una serata a Maiorca alle 5:00 di mattina si mollano gli ormeggi e si riparte nuova destinazione Barcellona :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen: .

Alle 12:30 circa intravediamo il porto di Barcellona e alle 14:00 finalmente siamo ormeggiati!!! Acquistiamo il biglietto del bus sulla nave poi iniziamo la discesa per raggiungerlo e viaaa si parte.

stazione Barcellona
stazione Barcellona

La navetta ci conduce alla stazione, quindi all’ingresso della Ramblas :mrgreen: il viale alberato pedonale più famoso di Barcellona circa un km e mezzo. Qui troviamo bancarelle di fiori, chioschi che vendono souvenir mercati di ogni tipo, centrifugati di frutta magnifici, artisti di strada che rendono l’atmosfera vivace.

imageRaggiungiamo Catalunya a piedi, poi prendiamo la linea verde della metropolitana sino a Lesseps scendiamo e ci incamminniamo verso il Parco Guell; Un parco pubblico di circa 18 ettari, disegnato da Antoni Gaudì esponente del modernismo Catatlano commissionato da Eusebi Güell per l’aristocrazia spagnola. Nel 1900 privato, poi Inaugurato come pubblico nel 1926 e diventato Patrimonio Dell’Unesco nel 1984 l’ingresso è gratuito, a causa di atti vandalici c’è però una zona a pagamento  (circa 8 euro) una terrazza dove si trovano stupende panchine ricoperte di piastrelle mosaicate multicolore e si ha una vista mozzafiato della città! Un parco magico insomma con costruzioni,sculture e lavori di piastrelle firmati Gaudí. Nel Parc Güell  infatti si trova anche la vecchia casa di Gaudí, che oggi è un piccolo museo aperto al pubblico ( a pagamento)

image
INGRESSO PARCO
image
INGRESSO PARCO
image
INGRESSO PARCO

image

terrazza parco guell
terrazza parco Guell
Casa Gaudì
Casa Gaudì
image
Casa Gaudì

Gironzoliamo, l’atmosfera è magnifica si innalzano pilastri di pietra che sorreggono camminate di terra battuta, scale in pietra, sembrano persino naturali, pare di stare in un luogo irreale e devo dire che l’aria respirata è di tranquillità, qui nessuno schiamazzo per fortuna dopo il caos del centro :mrgreen:  😯 !!!!!!

BARCELLONAimageCon tanta tristezza è giunta l’ora di interrompere questo meraviglioso sogno tra mosaici, pilastri e architettura che ci ha fatto volare il tempo senza accorgercene!!!!! La Sagrada Familia ci aspetta :mrgreen:  !!!! Usciamo a malincuore scendiamo verso il centro cittadino, alla fine decidiamo di non prendere la metropolitana ma vivere l’atmosfera Spagnola e proseguire a piedi!!

Dopo mezz’ora, eccola la Sagrada Familia, basilica cattolica, è immensa ancora in costruzione, i lavori son iniziati nel 1882 in stile neogotico, ma poi Gaudì nel 1883 stravolge il progetto e ci lavora per tutta la sua carriera. L’opera sarà completata circa nel 2026.

DCIM100GOPRO
SAGRADA FAMILIA

image

Il tempo è poco quindi da qui scendiamo in metropolitana e ritorniamo con la linea rossa, vogliamo visitare il mercato della Boqueria!!! Un mercato alimentare al coperto si trova sulla Ramblas, entrati troviamo banchetti di dolci, carni spezie, pesce, frutta e verdura. Ogni venditore cerca di attirare l’attenzione con schiamazzi,  sembra di immergersi in un mondo aparte,l’ordine è maniacale ogni prodotto è esposto alla perfezione, colori, profumi e vere opere d’arte.

image
INGRESSO MERCATO
MERCATO BOQUERIA
MERCATO BOQUERIA

image

Ci dissetiamo con un centrifugato di frutta e poi ripartiamo per raggiungere il cuore del quartiere gotico e la Cattedrale di Barcellona.

imageUsciamo da qui e ci inoltriamo nel quartiere gotico.

E’ un labirinto di stradine, un museo a cielo aperto, non rappresenta solo il centro storico ma anche il cuore della città, la zona è completamente pedonale, anche qui negozi e barettini tipici, camminando nelle viuzze interne finalmente ci appare la Cattedrale 😯 lunga 94 metri e larga 40 !!!! Dedicata a Santa Creu e a Sant’Eulalia  lo stile è decisamente neogotico costruita tra il XIII e il XV secolo, i campanili  sono ottagonali, le cripte ospitano i sarcofagi del conte Ramón Berenguer I e di sua moglie 😐  😐  e la cripta sottostante o cappella maggiore ospita il sarcofago di Sant’Eulalia. 😯  😯  AIUTOOO!!!!

image
CATTEDRALE

E’ tardi ormai, è giunta l’ora di rientrare, raggiungiamo il bus e torniamo al porto!!! Sono a pezzi 🙄  ma entusiasta della splendida giornata spagnola!!!! Ritorniamo sulla nave e ripartiamo per l’ultima tappa!!!! UN BACIO SALVETTI SONIA      ISTAGRAM

 

Diario di una crociera Msc Palma di Maiorca

Diario di una crociera Msc Palma di Maiorca

Una volta mollati gli ormeggi effettuiamo la manovra di uscita dal porto, il tutto attorno è spettacolare la costa,la Valletta,Midina sembra di vedere città in miniatura, salutiamo Malta per raggiungere Palma di Maiorca.

Durante il tragitto,dalla nave vediamo la costa sud occidentale della Sicila e città come Mazzara del Vallo, Trapani ecc una volta lontani,navighiamo tutta la notte per raggiungere Palma di Maiorca. Finalmente alle 15:00 del giorno dopo vediamo l’isola di Minorca, ecco le Baleari!!! Palma di Maiorca è vicina!!

Alle 20:30 circa arriviamo, c’è buio ma purtroppo dobbiamo visitare la città di sera, alle 5:00 si riparte 😡 uffff !!!!  Prendiamo il bus dal porto che ci conduce sino al centro città, all’arrivo ci appare un sogno 😯  la Cattedrale di Maiorca peccato non poterla visitare al suo interno ma ci accontentiamo e sicuramente torneremo!!!

Questa basilica una delle maggiori attrazioni storiche architettoniche della città è stata costruita circa nel XIII secolo in stile gotico al di sopra della moschea araba Medina Mayurqa abbattuta da Giacomo D’Aagona che fece progettare all’ architetto Guillem Sagrera questo splendore!!!

Chiamata anche la Seu si trova all’interno della città vecchia, lunga oltre 120 metri, larga oltre 70 metri domina il porto, possiede una suggestiva torre campanaria e un’ampia navata alta circa 44 metri su cui si aprono i rosoni disegnati da Gaudì. Insomma è una delle cattedrali più scenografiche al mondo!!!

image
Cattedrale di Maiorca e Palazzo Almudaina
image
CATTEDRALE
image
CATTEDRALE
image
CATTEDRALE INGRESSSO

Di fronte alla facciata della cattedrale erige Il Palazzo  dell’Almudaina sotto il dominio arabo questa è stata la sede del l’emiro, nel Medioevo utilizzato come residenza dei re di Maiorca e ora è usato principalmente come la sede del militare.Un mix di  di stile architettonico gotico e moresco rende il fascino del palazzo.

image
Palazzo dell’Almudaina

 

Maiorca famosa in tutto il mondo anche per la produzione di perle artificiali, vengono prodotte con tecniche industriali senza l’ausilio dei molluschi, solo un ochhio esperto è in grado di distinguerle da quelle naturali.

La prima fabbrica risale al XIX fondata da Manacor, il processo di produzione è difeso da artigiani che si sono tramandati la tradizione. L’evoluzione è quasi sconosciuta, viene utilizzato un vetro opaco del peso simile ad una perla, immerso in un liquido, rivestito con una miscela di squame di pesce e olio,seccato sotto raggi ultravioletti, poi rifinito.

La fabbrica di Manacor è visitabile ma purtoppo alle 21:00 era chiusa, però credetemi le vetrine con collane, bracciali, orecchini Majorica sono spettacolari e i negozi hanno prezzi super abbordabili!!

image
MAJORICA PERLE

image

Da qui ci avviciniamo di nuovo al porto per vedere La Lonja, uno sfarzo gotico costruito nel quindicesimo secolo,progettato dall’architetto Guillerm Sagrera, in passato faceva parte delle fortificazioni della città e le sue 4 torri ottagonali testimoniano la sua natura difensiva. Sopra l’ingresso principale varie statue, un tempo veniva utilizzato anche come luogo di scambio commerciale marittimo, oggi come spazio espositivo.

image
La Lonja
image
La Lonja INGRESSO

Ormai è tardi, quindi raggiungiamo il bus per tornare sulla nave! Palma di Maiorca anche se vista di sera, veramente bellissima, pulita,non è solo una città di locali e vita notturna ma anche piena di storia. Alla prossima per una nuova tappa MSC :mrgreen:  :mrgreen:  :mrgreen:  Seguitemi buona serata SALVETTI SONIA  ISTAGRAM

1 2 3 4 51